Storie porno

Storie porno

Confessiamolo: siamo tutti curiosi di ascoltare storie porno. E’ quella parte di un certo tipo di feticismo che coinvolge non solo le donne che spesso fanno le ritrose quando iniziano a sentire certi argomenti, ma anche gli uomini ai quali piace intrufolarsi in situazioni morbose.
Le storie porno stimolano la fantasia per quel certo senso di proibito che tutte quante contengono come denominatore comune. E più sono hard e più colpiscono l’immaginazione di chi le ascolta che approfitta di questi racconti per lasciarsi andare, trascinato via dal pathos del racconto che poco a poco prende forma dentro la mente dell’ascoltatore.

899.61.61.61

(SOLO due euro per tutto il servizio, tariffa flat da rete fissa telecom, oppure 6 euro, sempre per il servizio totale, da tutti i cellulari, niente scatti al minuto, godi tranquillo!)

Ascoltare dal telefono una storia, è come guardare dal buco di una serratura, una scena di sesso. La curiosità prende il sopravvento e la bramosia inizia a dominare la scena, facendoci partecipi –magari virtuali- di qualcosa che provoca piacere.
E’ una sublimazione che alimenta il desiderio di essere attori protagonisti di un racconto che si ascolta e che ci parla di movenze, gusti sessuali, inclinazioni oniriche che iniziano a possederci fino a renderci parte attiva di una scena dove, godere, è la regola.
Sono elementi di una eccitazione plurima sia l’ascoltare la storia porno che il fatto che a raccontarcela, ci sia dall’altra parte del filo del telefono, una persona che l’ha vissuta realmente e che la confessa proprio a noi, entrando in particolari che ci permettono di visualizzare l’accaduto. E’ come essere stati presenti da dietro una tenda e il nostro piacere è quello di provare una sorta di reale eccitazione che pulsa paurosamente nelle nostre tempie e alla quale dobbiamo trovare soluzione pratica. Sarà l’idea di quella suadente voce e di ciò che ci racconta a farci scoprire in quale modo possiamo risolvere il problema di una eccitazione sempre più devastante che cresce man mano che la storia prosegue.
Torneremo indietro nel tempo a quando, un po’ più che bambini, correvamo al bagno con un giornaletto che istigava il modo per celebrare quella eccitazione che sentivamo viva in noi. Ora sarà un racconto erotico detto nell’anonimato del telefono da una voce calda e lussuriosa, a sostituire il giornalino di tanti anni fa ma il rituale sarà lo stesso: quello di trovare un piacere che ci aiuterà a rilassarci e a farci dimenticare la routine di un quotidiano quasi sempre grigio.
Sarà divertente ad ascoltare storie interessanti e sempre diverse tra loro che animeranno il nostro piacere e che ci permetteranno di farci sognare ancora. Un piccolo segreto che non può che farci bene.

- Bella 899